Località da Visitare


San Vito Lo Capo luogo ideale per le vacanze, grazie ad un mare di un azzurro intenso e ad una spiaggia di sabbia finissima e bianca. Da San Vito Lo Capo si giunge alla Riserva Naturale Orientata dello Zingaro. Tante le manifestazioni durante l'estate. Da non perdere il Festival Internazionale del Cous Cous, che si tiene a settembre.

Per saperne di più: San Vito lo Capo

 


   
 

Lo Zingaro ha una superficie di 1650 ettari, una fascia litoranea di circa 7 Km, formata da una costa rocciosa di calcari del Mesozoico, intercalata da numerose calette e caratterizzata da strapiombanti falesie che da un'altezza massima di 913 mt. (Monte Speziale) portano rapidamente al mare.

 Per saperne di più: Riserva dello Zingaro

 
   
 

 Gli Elimi la chiamavano Iruka, i punici Erech, i greci ed i romani Eryx. Secoli di storia e di mito rendono di grande fascino il monte Erice, che si caratterizza per l’abitato di impianto medievale, fatto di stradine rivestite di basolato ed acciottolato. Per secoli Erice, chiamata dai musulmani Gebel Hamed e dai Normanni Monte San Giuliano, è stato il luogo di culto dell’amore, con il castello di Venere, in cui, racconta la leggenda, Enea nel suo viaggio si fermò per rendere omaggio alla Dea madre. Da vedere le mura elimo – puniche, la Chiesa Madre, il Giardino del Balio, il Museo Civico “A. Cordici”. Ad Erice si trova anche il Centro di Cultura Scientifica “Ettore Majorana”, in cui per tutto l’anno vengono organizzati seminari ed incontri tra i più grandi scienziati del mondo.

 Per saperne di più: Erice

 
   
 

 L’isola dalla forma di farfalla è la maggiore dell’arcipelago delle Egadi ed è meta di turisti per il suo splendido mare, caratterizzato da numerose calette. Terra ricca di storia (davanti alle Egadi venne combattuta la famosa battaglia tra Romani e Cartaginesi), Favignana è nota in tutto il mondo anche per la tradizione della “mattanza”, la pesca del tonno. Da vedere i siti archeologi nella zona di San Nicola con reperti d’epoca preistorica, una necropoli dell’VIII secolo a.C., quelli di contrada Bosco, con reperti di epoca punica. Da non perdere una gita in barca, che consente di scoprire tutte le bellezze del mare incontaminato.

Per saperne di più: Isola di Favignana
 
   
 

 La più piccola delle isole Egadi è il luogo ideale per chi vuole dedicarsi al trekking, grazie alla presenza di numerosi sentieri percorribili a piedi. Non si può perdere una visita alla Grotta del Genovese, raggiungibile via terra o in barca, che conserva graffiti preistorici. Il giro dell’isola con la barca permette di raggiungere le numerose calette e di fare il bagno in un mare di un azzurro intenso.

 Per saperne di più: Isola di Levanzo

 
   
 

 E’ l’isola delle Egadi più lontana da Trapani ed anche per questo è rimasta tuttora un vero e proprio paradiso naturale, con una natura aspra ed incantevole ed il mare cristallino. Notevole anche dal punto di vista archeologico, è caratterizzata da grotte, che si possono raggiungere con le barche dei pescatori. E’ il luogo ideale per chi intende trascorrere una vacanza a stretto contatto con la natura e nel rispetto di tradizioni, usi e costumi che non esistono più in altre zone ormai urbanizzate. 

 Per saperne di più: Isola di Marettimo
 
   
 

 Raggiungibile dall’imbarcadero di contrada Spagnola, nel territorio comunale di Marsala, fu uno dei maggiori centri fenici in Sicilia. Gli scavi archeologici hanno rivelato un prezioso patrimonio con una necropoli, la casa dei mosaici, una strada lastricata. Da non perdere la visita al Museo Whitaker, che conserva reperti archeologici di grande importanza, come il Giovane in tunica, statua di origine greca della seconda metà del V secolo a.C.

Per saperne di più: Mozia

 
   
 

 Zona archeologica sul monte Barbaro, fu, assieme ad Erice, uno dei principali insediamenti degli Elimi. La leggenda racconta che venne fondata da Alceste, figlio della troiana Egesta, che aveva ospitato Enea durante il suo viaggio dopo la fine di Troia. Da vedere il Tempio, in stile dorico, il Teatro ellenistico, i resti di un Santuario probabilmente di rito elimo e la città antica in cui sono visibili le rovine di alcune torri quadrate, una porta fortificata e resti di una cinta muraria.

 Per saperne di più: Segesta

 

 

 

 
Powered by F.R.